Cerca nel sito
CATALOGO {{assign var=old value=0}} {{foreach from=$collane1 item=c}} {{if $c.sid gt 0}} {{if $c.cid neq $old}} {{/if}} {{else}} {{/if}} {{assign var=old value=$c.cid}} {{/foreach}}
Scegli la disciplina
{{foreach from=$collane2 item=c}} {{if $c.sfilename neq ""}} {{if $c.cid neq $old}} {{/if}} {{else}} {{/if}} {{assign var=old value=$c.cid}} {{/foreach}}
Scegli la disciplina


SCARICA IL CATALOGO SCUOLA SUPERIORE 2016



SCARICA IL CATALOGO SCUOLA MEDIA 2015



SCARICA IL CATALOGO
di LATINO




SCARICA IL CATALOGO di GRECO



SCARICA IL CATALOGO di NARRATIVA SCUOLA MEDIA



Le adozioni dei libri di testo

Tra gli strumenti didattici utilizzati nell’attività didattica, il libro di testo è forse il più importante, in quanto rappresenta un momento fondamentale di incontro tra le competenze del docente e le aspettative dello studente. Nella scuola dell’autonomia il libro di testo si rivela uno strumento al servizio della flessibilità nell’organizzazione dei percorsi didattici: deve essere adattabile alle diverse esigenze e integrato e arricchito da altri testi e pubblicazioni, nonché da strumenti didattici alternativi.

Secondo l’art. 4 del Regolamento sull’Autonomia della scuola (DPR 8 marzo 1999, n. 275), la scelta, l’adozione e l’utilizzazione delle metodologie e degli strumenti didattici, compresi i libri di testo, debbono essere coerenti con il Piano dell’offerta formativa e attuate con criteri di trasparenza e tempestività.

È compito del collegio dei docenti (secondo l’art. 7 del D.Lgs. n. 297 del 16 aprile 1994, Testo Unico in materia di istruzione) provvedere all’adozione dei libri di testo, dopo aver sentito il parere dei consigli di interclasse o di classe, all’insegna quindi della piena collaborazione tra corpo docente e genitori e studenti, che, come previsto dalla normativa di riferimento, devono riunirsi in comitati per operare un’analisi preliminare sia dei testi già in uso che delle nuove proposte editoriali.

Alla fine di questo processo collegiale di valutazione il collegio dei docenti assume le deliberazioni di adozioni, scelgono cioè definitivamente i testi su cui gli studenti intraprenderanno il loro percorso verso l’apprendimento e la crescita.

Criteri fondamentali di scelta saranno:

  • lo sviluppo di contenuti fondamentali delle singole discipline;
  • la presenza di nessi e collegamenti con altre discipline;
  • l’impiego di un linguaggio coerente con l’età dei destinatari e pienamente comprensibile;
  • le necessarie indicazioni bibliografiche, per permettere eventuali approfondimenti;
  • una chiara impostazione metodologica, che dichiari i prerequisiti necessari agli studenti per una completa fruizione del testo, gli obiettivi di apprendimento e i criteri per eventuali verifiche;
  • un eventuale glossario che aiuti a comprendere il significato dei termini di uso meno frequente utilizzati nel testo.

Tutto questo, senza tralasciare le indicazioni di carattere generale (numero delle pagine, formato, prezzo) contenute nel D.M. 547 del 7/12/1999 e nel DM 13 febbraio 2002.

Le decisioni in merito all’adozione dei libri di testo sono pubblicate all’albo delle scuole..

Normativa di riferimento
- Decreto ministeriale n. 547 del 7 dicembre 1999
- Decreto ministeriale n. 33 del 16 febbraio 2001
- Circolare ministeriale n. 13 del 13 febbraio 2002




Normativa di riferimento
Decreto ministeriale
   n. 547 del 7 dicembre
   1999
Decreto ministeriale
   n. 33 del 16 febbraio
   2001
Circolare ministeriale
   n. 13 del 13 febbraio
   2002